Visualizzazione post con etichetta gioco - viaggi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta gioco - viaggi. Mostra tutti i post

giovedì 24 marzo 2011

giochiamo a viaggiare...in Irlanda

Eccomi finalmente alla seconda puntata del nostro viaggio siamo in Irlanda!!

Avrei voluto preparare qualche buona ricettina ma...data la spiccata passione del Papi e ora anche del monello per l'hockey ho scoperto che in Irlanda viene praticato uno sport molto simile e molto più antico:
L'HURLING!

"Lo sport più amato in Irlanda è l'hurling. Si tratta di un gioco di origine antichissima. Probabilmente è il più antico gioco di squadra europeo. È stato portato in Irlanda dai Celti. Da alcune fonti scritte, sappiamo che il gioco aveva delle regole prestabilite già nell'VIII secolo. Ma dopo l'invasione dei Normanni, nel XII secolo, è stato proibito dalla corona inglese. Da allora ha sempre avuto un significato particolare per gli irlandesi ed è diventato un simbolo nazionale. Le sue regole sono state definite nel 1884.




L'hurling è simile all'hockey. Si gioca con una mazza ricurva, chiamata hurley o, in gaelico, camàn. La sfera da colpire si chiama sliothar. Il campo da gioco è lungo circa 137 metri e largo 82. I pali della porta sono simili a quelli usati nel rugby. La traversa è un po' più alta di quella di una porta da calcio. Le squadre sono composte da 15 giocatori ciascuna. I giocatori possono colpire la palla con la mazza a terra o in aria. Possono anche sollevarla con la mazza, prenderla e tenerla in mano, ma per non più di quattro passi. Una delle cose più difficili per i giocatori è correre con la palla in equilibrio sulla mazza. Il gol si ha quando si fa passare la sfera sopra la traversa o sotto la traversa e dentro la rete. Questo tipo di goal vale tre punti. La versione femminile dell'hurling si chiama camogie. " (http://www.irlanda.com/sport-gaelici.php)

Le regole le potete trovare qui! (http://mavaffanculp.blogspot.com/2008/12/hurling.html)

ed ecco papi e monello all'opera con una mazza e una porta non del tutto regolamentari!!!

giovedì 3 febbraio 2011

giochiamo a viaggiare...in Cina!

Ecco la nostra avventura in Cina, grazie alla bellissima idea di mammagiramondo !!!

Fin da piccola ho sempre adorato gli aquiloni, così quando ho visto che la prima tappa era la Cina, ho subito pensato ad un aquilone da fare con il monello.
Girovagando su internet alla ricerca di qualche idea sono approdata qui dove ho scoperto un sacco di cose interessanti!!!

Il 5 maggio in Cina si festeggia il "Kodomo No Hi", ovvero la festa dei bambini. In questa festività ogni famiglia che abbia almeno un bambino maschio, crea degli aquiloni a forma di carpe, chiamate anche Koi. Queste vengono costruite a seconda dell’età del proprio figlio, più grande è l’aquilone, maggiore sarà l’età del bimbo.

Così anche noi abbiamo deciso portare una piccola parte di Cina a casa e di costruire il nostro Koi-nobori, tutto colorato...e con una sorpresa!!

Materiale:

1 pezzetto di stoffa rettangolare
1 pennarello indelebile nero
pennarelli lavabili
2 graffette grandi di metallo
1 nastrino
1 bastoncino
scotch

Realizzazione:

Piegare a metà il tessuto e disegnare con il pennarello indelebile il primo lato della carpa. Voltare il tessuto e disegnare l'altro lato della carpa ( io l'ho appoggiato alla finestra così da poter ricalcare quallo già fatto).
Colorare il pesce coni pennarelli lavabili.
Cucire la parte corrispondente alla pancia e della coda, lasciando aperta la bocca.
Aprire le graffette ottenendo un cerchietto di metallo e bloccarlo con lo scotch. Applicarlo alla bocca cucendolo.
Cucire il nastrino ai lti della bocca e fermarlo al bastoncino.

La sorpresa?? Colorandolo con i pennarelli lavabili, basta metterlo a bagno per sciogliere il colore e quindi avere di nuovo il pesciolino da colorare!!!!

Se volete stamparne uno veloce veloce, già pronto lo trovate qui

ed ecco il monello all'opera!!! VOLA!!!


(la povera carpa è stata infine abbandonata causa inseguimento gatto rosso!!!)