lunedì 12 maggio 2014

Cucire una bavaglia con spugna riciclata


Ieri Davide, tornando dalla gita dell'asilo (ringrazio il tempo clemente perchè è stata una bellissima domenica), mi ha posto una richiesta: "Mamma, vorrei una bavaglia con il nome ricamato, che non viene via, ma fatta da te"...

Era un po' che volevo provare a fare una bavaglia e così ieri sera, complice la festa e lo stramazzo ore 21.00 di Davide, mi sono messa al lavoro.

Cosa occorre:
- una vecchia spugna da riciclare
- dello sbieco colorato
- un elastico
- filo verde


Per prima cosa ho recuperato un vecchio accappatoio, ho preso una bavaglia da usare come sagoma e l'ho riportata sulla spugna. Di seguito trovate la sagoma che ho creato, da utilizzare come cartamodello e pronta da stampare.


Ho tagliato la forma dalla spugna e ho cucito il profilo verde (con il punto base 01). Ho precedentemente stirato a metà lo sbieco, ho inserito all'interno la spugna e poi cucito il tutto.
Esiste anche un piedino apposito per fare questa operazione: Piedino cordonatore che trovate nel catalogo degli accessori Singer


Una volta fatto il profilo, ho cucito un pezzetto di sbieco, della larghezza della testa, vuoto e ho inserito successivamente l'elastico. L'elastico deve essere della larghezza del collo, in questo modo quando lo inserisco all'interno dello sbieco cucito, questo si arriccia.
Occorre poi fissare l'elastico alle due estremità dello sbieco e poi fissare alla bavaglia.

Per realizzare la scritta ho voluto provare le lettere ricamate che la Singer One plus ha preimpostate come punto.

Basta selezionare il punto lettere e poi indicare quale sequenza da cucire. Il testo rimane in memoria e può essere ripetuto senza problemi.

Io ho deciso di metterlo su un pezzetto di sbieco e di applicarlo alla bavaglia finita.

E' tutta un po' storta, ci ho messo un'ora e mezza tra cuci e ricuci ma alla fine Davide ha apprezzato!





2 commenti:

Se ti va, lasciami un messaggio...grazie...e buona giornata!!!