martedì 3 settembre 2013

La nostra vacanza Valtidone Verde

Dopo i preparativi è arrivata la parte migliore: andare a consegnare il tutto a Ludmilla.
Siamo partiti alla volta di Zavattarello (PV) con arrivo nel tardo pomeriggio. Faceva un caldo pazzesco.
La strada era libera, Davide dormiva e ci siamo goduti la tranquillità e il paesaggio che da pianeggiante ha cominciato piano piano a salire.


E' stato come arrivare in un posto dove eravamo stati già tante volte, un posto dove sentirsi a casa.
L'accoglienza di Ludmilla è stata impeccabile, è una persona che davvero ci sa fare. Le ho mostrato tutti i miei lavori mentre Papi e Davide già si avviavano verso la piscina.

Abbiamo subito montato i portachiavi e ci ha consegnato la nostra stanza. Una suite con due camere più il bagno con tanto di caminetto e tante finestre. Era freschissima! Fuori ci saranno stati 40 gradi ma dentro era il paradiso!



Davide lo abbiamo sistemato nella stanza con il divano-letto e noi in quella con il letto matrimoniale. La porta finestra dava sulla balconata con un bel tavolino (mi sono dimenticata di chiedere a Ludmilla da dove arrivasse perchè era davvero bellissimo).


Dopo una rinfrescata in piscina ci siamo organizzati per la cena. La piscina, appunto, è di acqua salata perchè utilizza un particolare sistema di depurazione che trasforma il sale in cloro naturale. Oltre ad avere questa particolarità è in una posizione con un panorama mozzafiato.


I pranzi e le cene sono stati dei veri momenti di condivisione, relax e della buona tavola e anche del buon vino! 

Per cominciare la prima sera Davide ha macinato il grano e impastato il pane, il giorno dopo lo abbiamo infornato e mangiato per pranzo. Io mi sono convertita al tartufo, non l'avrei mai detto, ero convinta che non mi piacesse! Siamo passati alla Bombazza (una fortissima salsa messicana) e alle ciliegie sotto spirito di loro produzione. Insomma non ci hanno fatto mancare proprio nulla, anche la torta al cioccolato colazione.
La compagnia è sempre ottima! Sia tra chi pernottava nell'agriturismo sia degli amici di passaggio, le tavolate erano sempre in espansione, sotto un bellissimo pergolato con kiwi.


Anche sotto al pergolato si poteva ammirare il castello di Zavattarello, si dice che sia avvolto da un mistero con tanto di Fantasma. Ci siamo quasi arrivati ma sarà meta della nostra prossima visita (perchè sicuramente ci torneremo). 


A noi è bastato rilassarci, sguazzare in piscina e passare del tempo insieme. Anche Davide è riuscito ad essere tranquillo, libero di potersi muovere senza troppi impedimenti.

Durante la vacanza ho realizzato con Ludmilla e sua figlia un contenitore per le pile esauste che alla fine mi sono pure dimenticata di fotografare! Ecco la foto che mi hanno mandato:


Cosa posso dire? Se volete rilassarvi e godere di una piacevolissima compagnia contattate Valtidone verde e prenotare un bel week end lungo! Non è una sponsorizzazione ma un caloroso invito!




6 commenti:

Se ti va, lasciami un messaggio...grazie...e buona giornata!!!