venerdì 29 luglio 2011

torta all'olio...perfetta da farcire o per colazione

(questo è il fogliettino che appiccicio ovunque per ricordarmi della ricetta dettatami dalla mia mamma che poi modifico di volta in volta)

Traduzione...TORTA ALL'OLIO CON GOCCE DI CIOCCOLATO:

2 uova
130 gr di farina (00 oppure metà 00 e metà integrale)
1/2 bicchiere d'olio di semi
100 gr di zucchero (io uso quello integrale di canna)
1/2 bustina di lievito
1/2 bicchiere di latte
gocce o scaglie di ciocccolato

Montare con le fruste elettriche uova e zucchero. Una volta ottenuto un composto chiaro e denso incorporare lentamente latte, olio, farina, lievito ed infine le gocce di cioccolato.

Mettere in uno stampo piccolo (20 cm diametro) olitato e infarinato.
Cospargere la parte superiore con un paio di cucchiai di zucchero.
(per ottenere una buonissima crosticina croccante)

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti (nel mio forno la faccio a 160°)




Questa è la ricetta base... si può fare di due colori aggingendo a metà impasto il cacao, si può fare con la scorza del limone e il succo di arancia al posto del latte, con uvette o frutta fresca a pezzi...insomma come più vi piace! 


Dimenticavo...il monello è più che guarito...forse forse ha qualche piccolissimo puntino sulla pancia...boh... l'unica cosa che si è di nuovo sballato..sigh...ora che aveva preso un bel ritmo nella nanna....mannaggia...ora dobbiamo recuperarlo!

mercoledì 27 luglio 2011

il monello con la febbre...

Devo dire che il monello è sempre stato un bimbo che si ammala poco, l'ultima volta è stata a gennaio.

L'altra notte si è svegliato tutto caldo e infatti aveva 38 di febbre. Gli ho dato un rimedio omeopatico e così fino alla mattina, quando gli è scesa a 37.

Nel pomeriggio gli è risalita a 38 ed è rimasta stabile fino alla sera, prima di andare a letto si era alzata... a quel punto gli ho dato la tachipirina ed è rimasto sfebbrato fino a questa mattina.

Oggi sembra che non si stia rialzando. Oltre alla febbre apparentemente non ha nulla, non il naso che cola, non la gola arrossata, non puntini o macchie...bho...la pediatra questa mattina mi ha detto al telefono che potrebbe essere un virus oppure una febbre "di crescita".

Vediamo oggi come va altrimenti domani lo porto a visitare.

Il monello comunque non sembra affatto turbato dalla cosa!

martedì 26 luglio 2011

panzerotti al forno ... da viaggio

Con il bel tempo scatta la voglia di uscire e stare in giro... ma occorre fare sempre un po' di economia... così il pranzo si porta al sacco e al posto dei soliti panini per le due ultime uscite ho preparato dei panzerotti al forno (più comodi per il monello perchè non scappa nulla dal fondo!).

L'idea del panzerotto per il pic nic l'avevo letta su qualche blog...perdonatemi non ricordo quale...


ecco la mia ricetta:

200 gr di farina integrale
200 gr di farina 00 oppure di Kamut
1 bustina di lievito di birra "secco"
1/2 bicchiere di acqua calda
1 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di zucchero
2 zucchine
prosciutto cotto
formaggio a piacere
olio extra vergine di oliva

Prima di tutto preparare la pasta: unire le due farine, il lievito, il sale e lo zucchero. Aggiungere 2 cucchiai d'olio e l'acqua calda. Impastare bene per 10 minuti. Lasciare in forno a 50-60° per almeno 1/2 ora, in una ciotola coperta da un canovaccio umido.

Nel frattempo tagliare le zucchine a cubetti e lasciare rosolare in pentola con 1 cucchiaio di olio per 10 minuti.

Pronta la pasta, stenderla bene sottile e tagliare dei quadrati 10x10 cm circa. Mettere un po' di zucchine, una fettina di prosciutto cotto e formaggio a piacere. Fare attenzione a richiudere bene i panzerotti per evitare che il ripieno fuoriesca.

Spennellare di olio e cuocere in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti (il mio forno è alto come temperatura e lo metto a 180°, comunque fino a quando sono belli dorati).

...sono buoni anche a temperatura ambiente! In quello della foto sono stata un po' scarsa di formaggio... ;-)

Con la stessa preparazione ho provato a farli anche con il ripieno di piattoni e crescienza oppure classici con pomodorini e mozzarella!


lunedì 25 luglio 2011

al monello piace il bosco!


Ecco la nostra ultima scoperta...il bosco!

Devo dire che siamo molto fortunati, viviamo in una zona molto verde e ricca di parchi naturali.
(l'anno scorso ci volevano fare una base per l'estrazione del petrolio...fortunatamente la cosa è stata bloccata...)
Abbiamo cominciato l'anno scorso ad andare x castagne ma il monello non sembrava molto interessato, ci abbiamo riprovato ora ed è stata una vera scoperta!

Venerdì mattina siamo andati nel parco del curone: il monello si guardava intorno, raccolgieva ghiande, sassi bianchi, scrutava piante e foglie!
E' passato a farci compagnia anche uno scoiattolo! (peccato non aver portato la macchina fotografica).
I sentieri sono larghi e battuti e il monello è stato libero di far da solo!

Il risultato è stata una tasca piena di ghiande che a casa ha accuratamente diviso e selezionato!
(oggi le ha anche usate come esca x il povero gatto della nonna)

Questa mattina siamo andati nel bosco sopra a casa, al ruscello.
Il bosco è molto bello peccato solo che sia a strapiombo su un ruscello e quindi un po' pericoloso per lasciare il monello da solo...

abbiamo comunque raggiunto un punto alto del ruscello e il monello si è perso nel raccogliere e lanciare i sassi.

Devo dire che porterlo nel bosco è rilassante x entrambi!





venerdì 22 luglio 2011

cosa si mangia oggi a clazione? marmellatina sprint monodose !

Ingredienti:
2 susine gialle mature
1 cucchiaio colmo di malto
1/3 bicchiere d'acqua


Premesso che non mi sono mai cimentata nella preparazione di marmellate...
ecco il mio primo tentativo...

Il monello voleva il pane con la marmellata x colazione..piccolo problema...la marmellata era finita (solitamente ci pensa la nonna rifornirci)

Così ho preso due susine gialle mature, le ho sbucciate e fatte a pezzettini, le ho messe in un pentolino con un dito d'acqua e 1 cucchiao di malto d'orzo. L'ho fatta cuocere per 10 minuti e l'ho messa in un vasetto di vetro (anche x farla raffreddare in fretta).

Ed eccola pronta da spalmare!

Devo dire che per essere il primo esperimento casuale non è stato male!

(il budino al cioccolato di ieri invece direi proprio che non è da rifare...ma questa storia ve la risparmio!!!)

giovedì 21 luglio 2011

battello in legno ad elastico - progetto d'estate


Finalmente è finito!!
Non perchè sia un progetto difficile ma perchè è da 2 mesi che ci sto lavorando...
grazie al supporto di nonno geppetto ora è finito!

L'avevo visto su una bancarella l'anno scorso e me ne ero innamorata!
Così ho fatto il disegno, l'ho riportato su compensato da 1 cm e l'ho tagliato con il seghetto elettrico.

La sagoma della base è stata tagliata 2 volte e poi incollata l'una sull'altra con colla vinilica x legno, una volta asciutta è stato levigato lo scafo.

La pala è composta da due rettangoli incastrati e incollati.

Sono stati messi due piolini sul fondo del battello.
In prossimità dei pioli occorre fare un forellino per parte a metà dello spessore della base. Questo servirà a far passare l'elastico.
Il tutto è stato rifinito con vernice idrorepellente (nonno geppetto ha sacrificato un po' della sua preziosa vernice "marina" che utilizza per la sua barca)

Alla fine è stato messo un elastico grosso (oppure 2-3 piccoli) incastrando al centro la pala, facendolo passare dai forellini e fermandolo sui pioli.

(spero di essere stata chiara...appena possibile metterò delle immagini espicative)

Comunque caricando la pala (si attorciglia l'elastico) viaggia che è un piacere!


Ecco le basi per poterlo realizzare. Volendo si può benissimo fare anche con del polionda (quello delle cartellette da disegno)
Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina


martedì 19 luglio 2011

week end, tra Lecco, Milano e televisione!

Sabato mattina siamo partiti un po' tardi ma con cibo al seguito...abbiamo preso il treno (con dei biglietti omaggio x le tratte regionali) x andare a dar da mangiare alle paperelle con pic nic lungolago vista parcogiochi!
Ho portato dei fagottini alle verdure, da mangiare freddi, con piattoni e crescenza...sono stati apprezzatissimi!
E' stata una giornata tranquilla e io ho anche fatto un giro x negozi mentre il monello dormiva beato.

Domenica invece il Papi voleva vedere il "basket story on tour" che faceva tappa Milano in piazza Castello...se siete appassionati di basket ve lo consiglio! Ci sono dalle palle alle maglie d'epoca we soprattutto un sacco di libri sorici da sfogliare...


e mentre il papi immortalava ogni singolo dettaglio, io e il monello siamo andati un po' a spasso: abbiamo fatto il giro di piazza Cairoli cercando un "trinketto" (mannaggia il giorno che la mia vicina di casa glieli ha fatti conoscere! Menomale che si accontenta di riempirli di acqua!).
Poi, non trovandone nemmeno 1...abbiamo fatto un bel giro al Castello Sforzesco.

Alla fine abbiamo recuperato papi e non ho resisito...siamo entrati da imaginarium .
C'erano giochi bellissimi e alla fine il monello ha scelto...
le formine per la sabbia a forma di lettere...e sì è in fase lettera-parola...

Così siamo poi arrivati dai nonni a Rozzano, abbiamo pranzato e abbiamo giocato con il nuovo acquisto!
Un bel week end economico ma ricco di cose belle!



....dimenticavo! Io e il monello siamo anche finiti sul TG3 regione!







giovedì 14 luglio 2011

picnic ad imbersago


Ci veniamo sempre molto volentieri, è un posto tranquillo e rilassante, e ha anche delle aree con tavoloni dove mangare qualche cosa!
Ecco il monello alle prese con i "brutti anatroccoli", il suo primo picnic e il "ciuffo delle ghiande".

Con poco abbiamo passato davvero una bella giornata!
Dimenticavo..il monello si è poi quasi addormentato nel masupio mentre facevamo una passaggiata!
Così ho provato il marsupio per un'oretta di cammino e devo dire che è veramnte comodo!

martedì 12 luglio 2011

palloncini modellbili ... con la farina

Mio fratello avrà avuto 2-3 anni e ricordo una vera e propria crisi per la rottura di un magico palloncino comprato sulla spiaggia che si sagomava facilmente.

Il mio babbo scoperto il trucco cercò di accontentarlo ricostrunedolo:

-1 palloncino grande
- farina
- 1 imbuto
- tanta pazienza

occorre mettere nel palloncino più farina possibile e stare attenti a togliere tutta l'aria rimasta

mentre il monello si dedicava ad utilizzi alternativi della pasta di farina (acqua e farina)
io mi sono cimentata al riempimento del palloncino...


ed ecco fatto! pronto per fare tante faccine!!
(avrei dovuto togliere meglio l'aria ma il monello era passato ad uno stadio successivo...avevo pasta di farina ovunque!!)

Aggiunta del 9/5/12: qui trovate barbapapà modellabile...

 “Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina


venerdì 8 luglio 2011

un immenso grazie a Baby Green e a Libellulablu !!


Prima di tutto ringrazio tantissimo Raffarella e Des di Libellulablu
(se non li conoscete già consiglio di visitare entrambi i siti, ci sono un sacco di articoli interessanti)


Questo zaino non è meraviglioso?
lo è ancora di più perchè l'ho vinto con il Giveaway di Raffaella Baby green
...una vera fortuna!!!
E' uno zaino, in cotone biologico certificato, per bimbi da 8 a 20 kg...quindi perfetto per le gite con il monello!!!

He he he è arrivato ieri e io ero tutta contenta...ma non avevo fatto i conti con il passeggero...
all'inizio non ne voleva che sapere, prova e riprova ma nulla...allora abbiamo portato a spasso "teddone", ma nulla...

poi questa mattina...il monello sarà duro ma la sua mamma lo è di più! ;-)
L'ho convinto dicendogli che dovevamo fare le scimmiette e che avremmo raccolto le mele...nel frigo  :-P

Così alla fine è stato contento anche lui e ha visto che è comodo e divertente!

Devo dire che il peso è ripartito veramente bene! E' ben imbottito e rifinito, un vero gioiellino!
Ok per il momento l'ho usato solo mezz'ora ma non facevo alcuna fatica!

Ora ci aspettano un sacco di gite nel bosco!!

martedì 5 luglio 2011

giochi con il monello - il paracadutista

Non so voi ma quand'ero piccola mi divertivo un sacco a far volare i playmobil o altri piccoli omini.

Così ho riprosoto questo gioco al monello:



Ho disegnato su un cartoncino (io ne ho riciclato uno che avevo in giro) un paracadutista e l'ho ritagliato.

Ho preso un sacchetto di plastica e ne ho ricavato un quadrato.

Ho legato e fermato con scotch quattro fili (va bene qualsiasi cordino) ai lati del quadrato e poi ne ho messi due per parte sulle mani dell'omino.

Alla fine, siccome l'omino risultata troppo leggero, gli ho incollato sul retro un tappo di una bottiglia.

e...3...2...1...

Lancio!



ecco l'omino paracadutista pronto da stampare e da colorare!!



venerdì 1 luglio 2011

riflessioni...26 mesi

il monello è in fase "mammite acuta" e non mi lascia fare nulla. Con il papi ci sta solo se sono presente anche io.
Ieri sera lo passo a prendere alle 18.00 da mia mamma e gli dico che saremmo andati al parco a giocare, poi sarebbe arrivato papi per giocare un po' e poi a casa a fare il bagnetto. Dopo mangiato sarebbe uscito con papi a giocare con gli altri bimbi.

Gliel'ho spiegato e rispiegato e lui annuiva. Chiaramente le cose non sono andate così, perchè dopo mangiato ha fatto una crisi perchè voleva che scendessi pure io, e un'altra crisi dopo un'ora che cercavo di farlo addormentare quando ho detto che era tardi (le 22.30) e che sarebbe stato un po' con papà (5 minuti x farmi una doccia).

Si è quasi fatto venire il vomito e il papi si è spaventato pensando che stesse male e ci è rimasto malissimo.

A questo punto...che si fa? solo con il papi fa fatica a stare, va bene solo se sono in giro (parco giochi, biblioteca, passeggio) altrimenti mami.

So che è l'età so che passerà ma come posso aiutarlo? Io cerco di fargli passare più tempo possibile con il papi ma ho visto che non basta, sto piano piano staccandolo dalla tetta (ora la fa solo la sera prima di dormire e ogni tanto la mattina alle 6).

Mi faccio mille domande..dovrei forse dimostrare più affetto al papi? magari così anche lui farebbe uguale... (quando ci vede insieme, baci e o abbracci non è geloso)

C'è chi mi ha detto che dovrei andare via per 3 giorni e lasciarli soli...non so se funzionerebbe... conoscendo il monello...forse dopo un mese sì ma al mio ritorno credo sarebbe ancora peggio!

Intanto anche il papi ci rimane un po' male perchè pensa che la causa di questa cosa è il fatto che parte alla mattina alle 6.30 e torna alla sera se va bene alle 19.00 se va male 20.00.

Io gli ho detto che il tempo che passa con il monello è del tempo di qualità, fanno solo giochi, ma quando arriva troppo stanco il monello ne approfitta un po' e comincia con le crisi...

Davvero mi chiedo, come fate voi mamme con 2, 3, 4 bimbi?