lunedì 19 settembre 2011

primi malanni... da asilo! Noi li curiamo così:

Venerdì sera il monello ha cominciato con il naso che colava e un po' di tosse che è diventata tanta tosse e naso chiuso... nulla di più semplice questa mattina tutti i suoi compagni d'asilo erano nelle stesse condizioni.

Per riuscire a "contenere" e non fargli aumentare il raffreddore ho sperimentato vari rimedi:

1- RICOTTA SULLA PANCIA. E' un sistema insegnatomi da una naturopata ad un corso preparto e consiste in: prendere uno scottex di carta e spalmare uno strato sottile di ricotta, mettere la ricotta a contatto con la parte bassa della pancia, poi mettere un ascugamanino (o una grande federa) piegato in 4 ed infine fermare il tutto con una pancerina, del tessuto o della garza elastica (così da non far muovere nulla).
Lasciare tutta la notte (o la giornata) fino a quando la ricotta non avrà una consistenza farinosa e asciutta.
Cosa serve? A disinfiammare l'intestino. Sì perchè partendo dalla cura dell'intestino si possono ottenere ottimi risultati e più in fretta.

Io ero la prima ad essere scettica ma per il primo raffreddorino o anche la febbriciattola funziona veramente bene. Ammetto che non sia un sistema molto pratico ma una volta presa la mano è semplice!


Anche il monello l'accetta più che volentieri. (va colto di sorpresa e a tradimento, però poi la tiene senza fare storie)

Inolte ha anche un effetto calmante e va bene da 0 a 99 anni!
L'unico problema lo potrebbero avere i bimbi con la pelle più sensibile. Ricordarsi di mettere un abbondante strato di crema idratante una volta rimossa la ricotta.

2- fumento nel bagnetto: ovvero aggiungere un paio di gocce di olio essenziale di tea tree nel bagnetto bello caldo e lasciare qualche minuto a mollo, così che l'effetto balsamico faccia effetto. Inoltre il tea tree è adatto anche per curare e disinfettare la pelle.

3- la polentina di semi di lino x la tosse, da mettere sul petto. Per la ricettina vi rimando a mammaViò

Con questi rimedi durante il week end è migliorato...vedremo questa sera!

Con questo post mi trovate su "c'è crisi c'è crisi"

7 commenti:

  1. Che bello Mami, la tua attenzione per l'alternativo è uno dei motivi che mi fa passare spesso nel tuo blog, c'è sempre da imparare

    RispondiElimina
  2. grazie mi fa veramente piacere! Sai che la puoi usare anche come analgesico locale? es. sulla gola se ti fa male, oppure su una botta...

    RispondiElimina
  3. intendi la ricotta? Io soffro di tonsillite, conosci qualche rimedio? Grazie, baci

    RispondiElimina
  4. A me avevano detto che quando hai mal di gola di fare la stessa cosa che ti ho descritto x la pancia e di applicarla nella parte anteriore del collo.

    Puoi provare, male di sicuro non fa! al massimo ti le prime volte ti impiastricci un po'!

    Altrimenti x il papi che soffre spessissimo di mal di gola che si irradia fino alle orecchie (non so se è il tuo caso) utilizzo la phytolacca 5 ch in granuli ogni 2 ore nella fase acuta e poi 3 volte al giorno fino a che non passa.

    Magari lo sai già ma i granuli vanno presi a bocca neutra, almeno mezz'ora prima di mangiare e fatti sciogliere sotto la lingua.

    Spero di esserti stata di aiuto! baci!

    RispondiElimina
  5. esatto, il dolore si irradia alle orecchie... proverò, grazie!

    RispondiElimina
  6. Caspita che idea!
    Oggi primo giorno di influenza di mio marito, come penso tanti uomini quando ha solo un paio di lineette di febbre è una tragedia greca!
    Ed in più non vuole prendere niente e si lamenta per la pancia gonfia, non ho in casa la ricotta ma domani la compro
    Grazie
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a mio marito non sono mai riuscita farla apprezzare...io ho provato qualche volta su di me e devo dire che funziona.

      Elimina

Se ti va, lasciami un messaggio...grazie...e buona giornata!!!